dentro Nota-m

I singoli numeri, prima a cadenza quindicinale e ora mensile, si articolano in una apertura, qualche riga per cominciare, a cura dei redattori, con argomento scelto dai singoli autori, alcune note di esperienze e riflessioni di varia umanità, osservazioni su letture, mostre, film o spettacoli.

Anche le rubriche dall’inizio articolano gli scritti e sono in parte mutate negli anni per adeguarsi al variare di argomenti e contributi; alcune sono presenti praticamente in ogni numero, altre sono più saltuarie; talune sono seguite dallo stesso autore, altre sono a firma variabile.

Rubriche costanti sono:

  • la sintesi degli incontri biblici al centro dell’attività del gruppo: quest’anno ha per titolo Il racconto di Marco e segue la lettura del secondo vangelo
  • Segni di speranza: è la riflessione sui testi liturgici ambrosiani di una domenica del mese precedente la data di uscita;
  • Abbiamo partecipato riferisce di convegni e manifestazioni a cui, appunto, qualcuno di noi è stato presente;
  • Taccuino annota comportamenti vizi e virtù del nostro vivere sociale e politico;
  • Schede di lettura offre recensioni di testi di vario genere;
  • Cartella dei pretesti, sparsa tra le pagine, propone citazioni interessanti o curiose, per indurre il lettore a un confronto con punti di vista differenti, per suscitare una sana indignazione o, in altri casi, anche un sorriso.