quelli di Nota-m

Giorgio Chiaffarino, ha avuto l’idea

Ugo Basso, coordina e raccoglie i contributi

Enrica Brunetti, assicura l’uscita di Nota-m e si occupa di questo spazio web

 

Collaborano in vario modo:

Aldo Badini,

Mariella Canaletti,

Franca Colombo,

Marisa Piano,

Chiara Picciotti,

Manuela Poggiato,

Chiara Vaggi,

Margherita Zanol,

Maria Rosa Zerega.

 

Indisponibile una autodefinizione o una dichiarazione di appartenenza: salvo il riconoscimento della vita come cosa seria e bella e l’intendimento di pensare e guardarsi attorno in modo critico, senza  nessuna tentazione di fornire ricette.

L’obbiettivo, non sappiamo quanto raggiunto, sarebbe quello di promuovere riflessioni, spargere interrogativi e fare – come si diceva una volta – opera di coscientizzazione, per noi stessi prima di tutto e per tutti quelli che con pazienza ci leggono e il cui consenso ci sostiene nel continuare.

Attorno a Giorgio Chiaffarino, che ha pensato, voluto e condotta questa iniziativa fino al numero 320, si riunisce una redazione di amici, quelli di Nota-m, che, con diversa personalità, diversa posizione politica e religiosa, in riunioni mensili, costruisce la rivista pagina per pagina.

Dal gennaio 2009 sono passati a Ugo Basso i compiti di gestione dei singoli numeri e di coordinamento della redazione.

Dal gennaio 2018, Giorgio Chiaffarino alterna all’edizione mensile di Nota-m il foglio Nota-m Forum che raccoglie sollecitazioni informative dal mondo della stampa e della comunicazione con un focus centrale al fine di suscitare discussione e dibattito.